ztl-ricorso-giudice-di-pace-prefetto-roma-studio-legale-jonas.gif

Ci contattano molti utenti per contestare le multe ricevute per gli accessi nella zona ZTL.
Vediamo insieme alcuni casi in cui impugnare la multa.

Contravvenzioni seriali per dimenticanza.
Sono nulle le multe seriali per chi entra nella ZTL senza permesso valido se il titolare dell’autorizzazione non l’ha rinnovata per mera dimenticanza. Secondo la sentenza del Giudice di Pace di Prato n. 290/16 del 28.04.2016, le multe devono essere annullate perché il trasgressore non ha rinnovato in buona fede il permesso che gli consente di circolare nella zona ZTL.

Multa nulla se è un’ordinanza del Sindaco a regolare gli accessi.
Secondo il Tar Lombardia, sentenza n. 132/1 il Sindaco, solo in caso di urgenza ha il permesso di scavalcare il dirigente comunale emanando una propria ordinanza.
Pertanto, è nulla l’ordinanza del Sindaco del Comune che regolamenta accessi, sosta e sanzioni per la zona a traffico limitato della città. Questo perché il provvedimento che, decide anche gli orari nei quali si può accedere alla ZTL spetta al dirigente dell’ente locale responsabile del servizio traffico e mobilità.
Dove è nulla l’ordinanza del Sindaco è nulla anche la multa.

Pluralità di contravvenzioni.
In caso di più accessi simultanei, di passaggio nelle zone a traffico limitato (ZTL), non è possibile elevare più multe a carico dell’automobilista, vanno annullate lasciando una sola, in quanto si evidenza che il comportamento dell’automobilista è unico. E’ ciò che risulta dalla sentenza del Tribunale di Pisa n.  854/16 del 6.07.2016.

Multa nulla se non è indicato il responsabile del procedimento.
Non è possibile presentare ricorso contro le multe per accesso alle zone a traffico limitato (ZTL)  nel caso in cui il verbale non indichi il responsabile del procedimento. Sentenza della Cassazione n. 9815/15

la multa è nulla se non prodotte le foto.
La multa è nulla se nel passaggio nella zona a traffico limitato, in sede di giudizio non viene prodotta la foto che attesta il transito della vettura. Sentenza del Tribunale di Roma  n. 10476/2015.

Prenota il tuo appuntamento o invia la tua richiesta di consulenza!